martedì 17 gennaio | 18:43
pubblicato il 12/lug/2013 12:00

Difesa/ Da Cdm via libera a ratifica Trattato su commercio armi

Per traffico illegale muoiono 740.000 persone all'anno

Difesa/ Da Cdm via libera a ratifica Trattato su commercio armi

Roma, 12 lug. (askanews) - Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di ratifica ed esecuzione del Trattato sul commercio delle armi "Arms trade treaty - ATT", adottato nel marzo 2013 dall'Assemblea Generale delle Nazioni unite e firmato a New York il 2 aprile 2013. Lo riferisce Palazzo Chigi nel comunicato diffuso al termine della riunione del governo. Il Trattato, frutto di un lungo e complesso impegno negoziale avviato in ambito Onu dal 2006, "rappresenta un punto di svolta - sottolinea ancora l'esecutivo - nella trattazione di una delicata problematica nell'ambito delle relazioni internazionali. Il commercio illecito e non regolamentato delle armi ha conseguenze dirette, non solo sulla sicurezza delle Nazioni, ma soprattutto sul piano umanitario, sociale, ed economico. Il commercio illegale, o scarsamente regolamentato di armi non convenzionali, reca un pesantissimo costo in vite umane: stime internazionali fissano in più di 740.000 le persone che ogni anno muoiono a causa delle violenze armate". L'ATT risponde alla "urgente necessità di colmare le lacune del commercio non regolamentato di armi convenzionali e di intensificare gli sforzi volti al consolidamento della pace e dell'assistenza umanitaria, perseguendo l'obiettivo di rendere il commercio, l'esportazione e il trasferimento delle predette armi più responsabili e trasparenti". L'Italia, pur disponendo in materia di una delle normative più avanzate a livello mondiale, ha svolto - spiega la nota dle Cdm - un ruolo importante in ogni fase del negoziato per raggiungere, sul piano legislativo, il migliore risultato possibile. Con riferimento alla compatibilità del Trattato con la normativa europea, l'Italia, come gli altri Paesi membri, ha firmato l'ATT previa autorizzazione del Consiglio europeo, il quale sta ora procedendo all'elaborazione della decisione che autorizzerà gli Stati al deposito dello strumento di ratifica presso il Segretariato generale delle Nazioni unite".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa