sabato 03 dicembre | 05:55
pubblicato il 06/feb/2013 14:54

Di Pietro: Bersani mente su Ingroia, voleva voto scambio-VideoDoc

"Ci ha proposto qualche candidato al Senato ipergradito"

Di Pietro: Bersani mente su Ingroia, voleva voto scambio-VideoDoc

Genova, (askanews) -"Smentisco Bersani che questa mattina ha detto di non avere mai proposto la desistenza a Ingroia. L'atto di desistenza è stato proposto eccome, anche attraverso proposte tipiche da voto di scambio, quelle di qualche candidato al Senato ipergradito, che abbiamo dovuto rispedire al mittente. Ci sono documenti scritti che lo testimoniano". Lo ha detto a Genova il presidente dell'Idv, Antonio Di Pietro, che si candida con Rivoluzione Civile di Ingroia. Secondo il leader dell'Idv, Bersani "o non è informato di ciò che fanno i suoi dirigenti e non legge la posta perché io personalmente gli ho scritto o è costretto a mentire per non far sapere che prima non ha voluto allearsi con noi, convinto com'era della vittoria facile e oggi, che si sente franare il terreno sotto i piedi, nega di aver proposto a Rivoluzione Civile un atto di desistenza".

Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari