lunedì 23 gennaio | 22:49
pubblicato il 16/mag/2015 17:42

Di Maio: giusto ribellarsi pacificamente, anche durante scrutini

Il parlamentare M5s: "Evitabile se si assorbiranno proposte"

Di Maio: giusto ribellarsi pacificamente, anche durante scrutini

Roma, 16 mag. (askanews) - Sulla scuola "non c'è uno scontro fra governo e sindacati" ma "fra il governo e il mondo della scuola: insegnanti, studenti, personale Ata". Lo ha affermato il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, intervistato da Sky Tg24.

"Queste persone - ha spiegato l'esponente del Movimento 5 stelle - aspettavano una riforma da vent'anni, che coinvolgesse l'edilizia scolastica e l'abolizione delle classi pollaio. Basta ai trentacinque studenti per classe, massimo venti! Ma in questa riforma non c'è niente di tutto questo, non esistono i quattro miliardi per l'edilizia, al massimo ci saranno poche decine di milioni che non risolveranno nulla".

Quanto alla stabilizzazione dei precari, "si parla di centomila assunzioni ma nel Def ci sono soldi per poche decine di migliaia", ha sostenuto Di Maio, che ha poi snocciolato le proposte del suo gruppo, a partire dalla stabilizzazione di "tutti i precari con un piano di investimenti da qui ai prossimi cinque anni".

Di Maio ha difeso anche le minacce di blocco degli scrutini lanciate da una parte delle organizzazioni sindacali: "Pensiamo - ha premesso - che la scuola pubblica debba essere migliorata, dobbiamo permettere alle famiglie di mandare i ragazzi a scuola con maggiore serenità. I ragazzi che vanno a scuola devono stare in edifici sicuri e classi che non sono dei pollai. Se questo non accade il popolo italiano ha il diritto di ribellarsi in maniera pacifica, con manifestazioni e anche con chi cercherà di mettere in evidenza il proprio disagio durante gli scrutini e i test Invalsi".

Cose che "si possono evitare" se nel corso dell'esame in aula del provvedimento governativo "si riuscirà ad assorbire nel testo di legge le proposte che vengono dal mondo della scuola". Di Maio ha quindi lanciato "un appello al governo: ascoltate le istanze del mondo della scuola, qui non è questione di battaglia con i sindacati".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4