domenica 22 gennaio | 20:13
pubblicato il 13/gen/2016 10:32

Di Maio: d'ora in poi chiederemo a Antimafia parere su candidati

"Gela? Era già un'anatra zoppa"

Di Maio: d'ora in poi chiederemo a Antimafia parere su candidati

Roma, 13 gen. (askanews) - "Nelle grandi città ci presenteremo con un metodo perfezionato. Chiederemo alla Direzione investigativa antimafia un parere informale sui nomi. Ricordiamoci però che su migliaia di liste certificate questo è il primo caso". Lo annuncia in una intervista alla Stampa il vice presidente della Camera ed esponente del Movimento cinque stelle Luigi Di Maio dopo il caso Quarto.

"Gela - continua - era già un'anatra zoppa, su Quarto il segnale più importante è che chiediamo le dimissioni al sindaco per dare un segnale alle mafie ed è una cosa che d'ora in poi ci tutelerà nei comuni che amministriamo e che amministreremo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4