giovedì 08 dicembre | 13:35
pubblicato il 13/gen/2016 10:32

Di Maio: d'ora in poi chiederemo a Antimafia parere su candidati

"Gela? Era già un'anatra zoppa"

Di Maio: d'ora in poi chiederemo a Antimafia parere su candidati

Roma, 13 gen. (askanews) - "Nelle grandi città ci presenteremo con un metodo perfezionato. Chiederemo alla Direzione investigativa antimafia un parere informale sui nomi. Ricordiamoci però che su migliaia di liste certificate questo è il primo caso". Lo annuncia in una intervista alla Stampa il vice presidente della Camera ed esponente del Movimento cinque stelle Luigi Di Maio dopo il caso Quarto.

"Gela - continua - era già un'anatra zoppa, su Quarto il segnale più importante è che chiediamo le dimissioni al sindaco per dare un segnale alle mafie ed è una cosa che d'ora in poi ci tutelerà nei comuni che amministriamo e che amministreremo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni