venerdì 20 gennaio | 17:30
pubblicato il 06/giu/2016 13:22

Di Maio: a Renzi "ciaone" dai cittadini, ma lui fa finta di nulla

"Mai visto così imbarazzato. La propaganda non funziona più"

Di Maio: a Renzi "ciaone" dai cittadini, ma lui fa finta di nulla

Roma, 6 giu. (askanews) - "Non ho mai visto il presidente del Consiglio dei ministri così imbarazzato come oggi in conferenza stampa. I cittadini gli hanno restituito il 'ciaone' e lui finge di nulla". Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e componente del direttorio del Movimento 5 stelle.

"Invece di cambiare registro e iniziare a spiegare agli italiani che ha sbagliato a non approvare il reddito di cittadinanza, a non fare una seria legge anticorruzione e a non tagliare gli stipendi ai suoi parlamentari, oggi - ha aggiunto l'esponente stellato - passa il tempo a vantarsi per i risultati ottenuti nelle uniche città dove il Movimento 5 stelle non si è presentato. Contento lui...".

"Matteo, ritorna sulla terra. La tua propaganda non funziona più", ha concluso Di Maio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire