domenica 04 dicembre | 17:24
pubblicato il 26/giu/2013 19:32

Derivati: Boccia, importanti rassicurazioni Tesoro. Parlamento vigilera'

(ASCA) - Roma, 26 giu - ''Rispetto alle sensibilita' dei mercati e al quadro generale contano le parole del Tesoro e quelle che verranno fuori dalla Corte dei Conti''. Lo dice a Radio Radicale il presidente della commissione bilancio della Camera Francesco Boccia, a proposito dell'allarme derivati nei conti pubblici.

''Quello dell'utilizzo dei derivati sui debiti sovrani - dice Boccia - e' un tema complesso che noi del Pd abbiamo posto anche con qualche duro confronto, in alcuni casi trasformatosi anche in scontri politici, dal 2008-2009, come dimostrato dal dibattito parlamentare fatto da noi sia prima che dopo il crack di Lehman Brothers. Quello che ci preoccupava allora come ci preoccupa ancora oggi e' che il controllo delle autorita' indipendenti sulla enorme massa di carta, che la stessa banca internazionale dei regolamenti ha quantificato in 650mila miliardi di dollari, non sempre e' certo. E' l'Europa stessa che deve porsi nella condizione di avere la certezza sui meccanismi di controllo sui debiti sovrani''.

''La polemica in Italia - dice ancora Boccia - deve comunque restare su binari molto chiari, cerchiamo di non farci male con le nostre mani. Io sono stato uno dei principali nemici dell'utilizzo allegro della finanza derivata soprattutto quando fatto in modo surrettizio, come e' successo ad alcune grandi aziende, banche ed enti territoriali. Restava il tema dei derivati utilizzati sul debito sovrano, sta venendo di nuovo fuori, anche noi come Commissione Bilancio chiederemo in sede di valutazione complessiva dei nostri conti a settembre quando ci saranno il Def e la legge di stabilita'. Sull'utilizzo dei derivati sul debito sovrano, Boccia specifica che ''e' fisiologico che il 10% del debito possa essere oggetto di ristrutturazione con derivati ma gli strumenti debbono essere chiari e trasparenti ed e' necessario capire quando l'operazione ha una fine. Si tratta di gestire con intelligenza le operazioni in essere e rendere il bilancio una casa di vetro, come e' intenzione di questo governo''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari