lunedì 05 dicembre | 22:16
pubblicato il 13/lug/2016 13:37

Delrio: su scontro treni occorre fare chiarezza al più presto

Staremo vicini a regione e collaboreremo con magistrati

Delrio: su scontro treni occorre fare chiarezza al più presto

Roma (askanews) - "Siamo vicini come governo ai cittadini e alle cittadine pugliesi e alle famiglie, siamo a fianco della regione Puglia, dei sindaci, del governatore Emiliano in questa tragedia che colpisce tutta l'Italia e ci interroga sul fatto che un diritto democratico come il trasporto pubblico non debba trasformarsi un evento luttuoso". Lo ha detto il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio riferendo alla Camera sul tragico incidente ferroviario avvenuto ieri in Puglia.

"E' una vicenda sulla quale occorre fare chiarezza al più presto - ha aggiunto Delrio - e noi garantiamo collaborazione e impegno a favore dei magistrati inquirenti e della regione, che non lasceremo da sola".

Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari