mercoledì 22 febbraio | 07:42
pubblicato il 27/gen/2014 09:05

De Girolamo: Alfano, ho tentato di farla restare. Governo piu' debole

De Girolamo: Alfano, ho tentato di farla restare. Governo piu' debole

(ASCA) - Roma, 27 gen 2014 - Il ministro De Girolamo ''mi ha chiamato per avvertirmi. Le ho detto che non condividevo le sue dimissioni e ho provato, invano, a trattenerla. Ma ha la testa dura, ha insistito ad andare avanti''. E' quanto dichiara il vice-presidente del Consiglio, Angelino Alfano, leader di Ncd, rispondendo alle domande sulle dimissioni rassegnate ieri dal ministro Nunzia De Girolamo, in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica'.

Il governo ''certamante non ne esce rafforzato - afferma - Domani affrontero' questa questione con il premier''. Alfano quindi aggiunge: ''Nunzia in Parlamento si e' difesa bene, ha usato parole chiare. Io le ero seduto accanto e lo rifarei'', mentre, circa le dichiarazioni di De Girolamo che si e' detta abbandonata dal presidente Enrico Letta risponde: ''Evidentemente si aspettava un'attestazione piu' calorosa da parte del premier''.

red-sgr/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia