venerdì 20 gennaio | 17:59
pubblicato il 23/ott/2012 05:10

Ddl stabilità/ Partiti premono, Monti: Impianto resti coerente

Apre a modifiche, ma con giudizio. Tesoro: No campagna elettorale

Ddl stabilità/ Partiti premono, Monti: Impianto resti coerente

Roma, 23 ott. (askanews) - Detrazioni Irpef, tagli alla scuola, aumento dell'Iva. I partiti insistono nel chiedere al governo di modificare il ddl stabilità che da oggi inizierà - con le audizioni - il suo iter in Parlamento. Ma Mario Monti - pur confermando la disponibilità a correzioni - da parte sua ribadisce i confini entro cui la 'strana maggioranza' potrà muoversi: ovviamente il rispetto dei saldi di bilancio, fondamentale per non dare segnali 'sbagliati' ai mercati; ma anche la "coerenza d'insieme del provvedimento". Ovvero, spiegano dallo staff del premier, "non basterà che le modifiche siano 'coperte'" e dunque a saldi invariati, ma "dovranno anche avere un senso economico", nella direzione che il governo si è prefisso: "Crescita, ripresa della domanda, equità". Per assicurare un iter il meno accidentato possibile alla manovra, il premier ha di nuovo aperto le porte di palazzo Chigi per una serie di consultazioni che si concluderanno proprio in occasione dell'avvio dei lavori parlamentari. Prima il vice segretario Pd Enrico Letta, poi il leader Udc Pier Ferdinando Casini ieri, questa sera l'ex premier Silvio Berlusconi accompagnato da Gianni Letta e dal segretario del Pdl Angelino Alfano, mercoledì il segretario Pd Pierluigi Bersani. Letta ha insistito sulla necessità di rivedere l'intervento sulla scuola, ma nel frattempo il responsabile economico del partito Stefano Fassina chiedeva anche che "vengano cancellati sia l'aumento dell'Iva sia l'intervento sull'Irpef", compresa la sforbiciata sulle detrazioni. Una preoccupazione che è anche di Casini: "Temiamo che l'abbassamento dell'Irpef e l'intervento sulle detrazioni rischi di penalizzare le famiglie monoreddito con figli, quindi abbiamo indicato a Monti un percorso che porti alla loro salvaguardia. Monti si è detto disponibile, ha solo la preoccupazione che i saldi restino invariati e che non venga compromesso quanto fatto finora con i sacrifici degli italiani". Insomma, si fa strada nella maggioranza la tentazione di rinunciare all'abbassamento dell'Irpef per salvaguardare le fasce più deboli attraverso il mantenimento delle detrazioni e il blocco dell'aumento dell'Iva. Ma soprattutto, da Alfano ("Errori da riparare urgentemente") a Bersani ("Non faremo scherzi al governo, ma diremo sempre la nostra"), fino a Casini ("Le Camere non sono un passacarte"), i toni questa volta sono più netti. Ma per ora il governo non si sbilancia: "E' prematuro parlare ora, vedremo gli emendamenti", spiegano da palazzo Chigi, ricordando che appunto "è nostra intenzione mantenere un impianto economico coerente". Più dura la posizione del Tesoro: a via XX settembre si mostrano perplessi sulla possibilità che sia stravolto, pur a saldi invariati, il provvedimento messo a punto nella notte del 9 ottobre: "Non si può fare campagna elettorale su un provvedimento di questa rilevanza". In realtà, spiega un esponente del governo avvezzo alle trattative parlamentari, anche se su qualche ipotesi di modifica il governo è già al lavoro (ad esempio sulla scuola), per capire quali margini di intervento ci saranno bisognerà aspettare ancora un po': "E' chiaro che finchè non sarà concluso il giro di incontri con i leader della maggioranza non ci sbilanceremo in nessuna direzione". Poi bisognerà vedere "numero e qualità degli emendamenti" che saranno presentati: "Solo a quel punto capiremo come si potrà tenere insieme il tutto, anche alla luce del clima che si instaurerà alle Camere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Terremoti
Terremoto, Salvini: dimissioni Curcio? Qualcosa non ha funzionato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4