mercoledì 22 febbraio | 11:56
pubblicato il 27/mar/2014 15:21

Ddl enti locali: ok rottamazione ingiuzioni fiscali fino 31 maggio

(ASCA) - Roma, 27 mar 2014 - La commissione Bilancio del Senato ha approvato in sede deliberante il ddl enti locali che ora passa all'esame della Camera. La commissione ha approvato tra gli altri un importante emendamento che da' tempo fino al 31 maggio prossimo per la 'rottamazione' delle ingiunzioni fiscali (ad esempio tributi emessi dai comuni o dai concessionari della riscossione senza il ricorso alla iscrizione a ruolo). Resta invariata la scadenza del 31 marzo prossimo per le cartelle Equitalia.

La commissione Bilancio ha accolto all'unanimita' la proposta del senatore Vittorio Fravezzi (Unione per il Trentino) vicepresidente del gruppo Per le Autonomie e riformulata dalla relatrice del provvedimento, Magda Zanoni (Pd), relativa all'estensione delle agevolazioni sulla cosiddetta rottamazione degli interessi di mora delle cartelle, anche alle ingiunzioni fiscali, dando cosi' ai contribuenti che hanno ricevuto una ingiunzione, la possibilita' di avvalersi di questa agevolazione fino al 31 maggio. ''Con questa norma si dara' l'opportunita' a tutti i cittadini di beneficiare dell'annullamento degli interessi di mora delle cartelle, indipendentemente dalle modalita' di riscossione e dagli enti di riscossione che le abbiano emesse'', spiega Fravezzi. ''Auspico che anche alla Camera l'iter legislativo sia celere affinche' il provvedimento diventi legge il prima possibile'', sottolinea il senatore. La legge di stabilita' 2014 dava ai contribuenti la possibilita' di pagare in un'unica soluzione, senza interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, le cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivi affidati entro il 31 ottobre 2013 a Equitalia per la riscossione.

''Tuttavia, la legge di stabilita' non tiene conto di talune entita' riscossive, come ad es. Trentino Riscossione Spa, che introitano i tributi spettanti a terzi (ad esempio bollo auto e altri tributi) avvalendosi d'ingiunzione fiscale e non del ruolo, con la conseguente preclusione ad accedere alle agevolazioni per la ''rottamazione'' delle cartelle esattoriali''. ''Per evidenti esigenze di giustizia fiscale, ho presentato questa modifica che consentira' l'accesso al beneficio della rottamazione a qualsiasi contribuente, indipendentemente dagli enti riscossivi che lo hanno emesso'', conclude Fravezzi. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%