giovedì 08 dicembre | 20:58
pubblicato il 27/mar/2014 15:21

Ddl enti locali: ok rottamazione ingiuzioni fiscali fino 31 maggio

(ASCA) - Roma, 27 mar 2014 - La commissione Bilancio del Senato ha approvato in sede deliberante il ddl enti locali che ora passa all'esame della Camera. La commissione ha approvato tra gli altri un importante emendamento che da' tempo fino al 31 maggio prossimo per la 'rottamazione' delle ingiunzioni fiscali (ad esempio tributi emessi dai comuni o dai concessionari della riscossione senza il ricorso alla iscrizione a ruolo). Resta invariata la scadenza del 31 marzo prossimo per le cartelle Equitalia.

La commissione Bilancio ha accolto all'unanimita' la proposta del senatore Vittorio Fravezzi (Unione per il Trentino) vicepresidente del gruppo Per le Autonomie e riformulata dalla relatrice del provvedimento, Magda Zanoni (Pd), relativa all'estensione delle agevolazioni sulla cosiddetta rottamazione degli interessi di mora delle cartelle, anche alle ingiunzioni fiscali, dando cosi' ai contribuenti che hanno ricevuto una ingiunzione, la possibilita' di avvalersi di questa agevolazione fino al 31 maggio. ''Con questa norma si dara' l'opportunita' a tutti i cittadini di beneficiare dell'annullamento degli interessi di mora delle cartelle, indipendentemente dalle modalita' di riscossione e dagli enti di riscossione che le abbiano emesse'', spiega Fravezzi. ''Auspico che anche alla Camera l'iter legislativo sia celere affinche' il provvedimento diventi legge il prima possibile'', sottolinea il senatore. La legge di stabilita' 2014 dava ai contribuenti la possibilita' di pagare in un'unica soluzione, senza interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, le cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivi affidati entro il 31 ottobre 2013 a Equitalia per la riscossione.

''Tuttavia, la legge di stabilita' non tiene conto di talune entita' riscossive, come ad es. Trentino Riscossione Spa, che introitano i tributi spettanti a terzi (ad esempio bollo auto e altri tributi) avvalendosi d'ingiunzione fiscale e non del ruolo, con la conseguente preclusione ad accedere alle agevolazioni per la ''rottamazione'' delle cartelle esattoriali''. ''Per evidenti esigenze di giustizia fiscale, ho presentato questa modifica che consentira' l'accesso al beneficio della rottamazione a qualsiasi contribuente, indipendentemente dagli enti riscossivi che lo hanno emesso'', conclude Fravezzi. njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Grasso al Quirinale, al via le prime consultazioni di Mattarella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni