venerdì 24 febbraio | 04:46
pubblicato il 25/ott/2013 12:00

Datagate, Letta: non possono esserci zone d'ombra tra alleati

Il premier: "Sono venuti fuori elementi non proprio positivi"

Datagate, Letta: non possono esserci zone d'ombra tra alleati

Bruxelles, 25 ott. (askanews) - Bisogna chiedere agli Stati Uniti "i chiarimenti necessari", perchè "non possono esserci zone d'ombra tra alleati che siamo e vogliamo restare". E' quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nella conferenza stampa al termine del Consiglio europeo. Per Letta "bisogna rimettere ordine in una materia, quella delle intercettazioni telefoniche, in cui sono venuti fuori elementi non proprio positivi". La discussione tra i 28 capi di Stato e di governo avvenuta ieri sul Datagate "la giudico un fatto positivo", ha aggiunto Letta, così come positive sarebbero "le conclusioni" del Vertice Ue su questo punto. "Si è deciso a partire da una iniziativa franco-tedesca" perchè "sono i singoli Paesi più coinvolti rispetto alle istituzioni comunitarie". Per Letta si tratta comunque di una "iniziativa che ora deve essere operativa" e nella quale, ha detto il presidente del Consiglio, "parteciperemo per nostra parte con massimo impegno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech