venerdì 09 dicembre | 03:32
pubblicato il 24/set/2014 18:01

Damiano: non voglio rifare il congresso Pd sul Jobs act

"Con pazienza si possono trovare le soluzioni piu' adatte" (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - La discussione sul Jobs act non serve a "rifare il congresso Pd" ma a trovare "le soluzioni piu' adatte" per il nuovo mercato del lavoro. Lo dice Cesare Damiano, Pd presidente della commissione Lavoro di Montecitorio: "E' ssolutamente necessario che si trovi una soluzione di compromesso all'interno del Pd sulla delega lavoro. E' impensabile una logica di scontro e con pazienza e volonta' si possono trovare le soluzioni piu' adatte per riformare il mercato del lavoro".

"Io - aggiunge - non voglio rifare il congresso, non voglio conte interne, sono solo interessato a una delega che tenga insieme le ragioni del lavoro e dell'impresa. Quindi lavorero' per trovare le correzioni che sanciscano questa scelta, piu' volte sottolineata da Renzi, di costruire diritti di base e universali che valgano per tutti: dagli ammortizzatori alla tutela per il licenziamento".

Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni