giovedì 08 dicembre | 13:13
pubblicato il 20/mag/2014 13:42

D'Antona: Marino, l'Italia non deve dimenticare

(ASCA) - Roma, 20 mag 2014 - ''Sembra ancora ieri perche' il dolore di quell'evento cosi' terribile e drammatico, colpire qualunque persona e ucciderla, e' evidentemente un fatto esecrabile e condannabile. Non e' che si possa fare una graduatoria del delitto piu' grave, pero' colpire un accademico, uno studioso in maniera cosi' vile, colpire il professor D'Antona che lavorava con le sue idee per il bene dell'Italia credo che sia qualcosa che vada ricordata ed e' giusto ricordarlo ogni anno ed essere vicini ai suoi famigliari, alla sua signora e allo stesso tempo ricordare al paese quanto in alcuni momenti della nostra storia siano stati drammaticamente costosi in termini di violenza e perdite di vite umane i progressi che la nostra societa' ha fatto''. A dirlo il sindaco di Roma, Ignazio Marino, in occasione della cerimonia in ricordo dell'omicidio da parte delle Brigate rosse di Massimo D'Antona, assassinio avvenuto 15 anni fa a Roma in via Salaria.

bet/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni