domenica 22 gennaio | 05:31
pubblicato il 20/mag/2014 13:42

D'Antona: Marino, l'Italia non deve dimenticare

(ASCA) - Roma, 20 mag 2014 - ''Sembra ancora ieri perche' il dolore di quell'evento cosi' terribile e drammatico, colpire qualunque persona e ucciderla, e' evidentemente un fatto esecrabile e condannabile. Non e' che si possa fare una graduatoria del delitto piu' grave, pero' colpire un accademico, uno studioso in maniera cosi' vile, colpire il professor D'Antona che lavorava con le sue idee per il bene dell'Italia credo che sia qualcosa che vada ricordata ed e' giusto ricordarlo ogni anno ed essere vicini ai suoi famigliari, alla sua signora e allo stesso tempo ricordare al paese quanto in alcuni momenti della nostra storia siano stati drammaticamente costosi in termini di violenza e perdite di vite umane i progressi che la nostra societa' ha fatto''. A dirlo il sindaco di Roma, Ignazio Marino, in occasione della cerimonia in ricordo dell'omicidio da parte delle Brigate rosse di Massimo D'Antona, assassinio avvenuto 15 anni fa a Roma in via Salaria.

bet/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4