domenica 04 dicembre | 13:35
pubblicato il 21/ago/2014 11:39

D'Alia: "Rivedere detrazioni? Non toccare il ceto medio"

"Stesso discorso per le pensioni" (ASCA) - Roma, 21 ago 2014 - "Se, come afferma il sottosegretario Baretta, si starebbe pensando di rivedere il sistema delle detrazioni per i redditi alti, bisognera' fare massima attenzione nell'individuare la platea destinataria di questa misura: non e' uno scandalo pensare che chi ha di piu' debba contribuire in misura maggiore, mentre non sarebbe giusto colpire quel ceto medio che trova nelle detrazioni, faticosamente ottenute negli anni anche grazie alle nostre battaglie, un punto fermo nella gestione della vita quotidiana". Lo afferma in una nota il deputato e presidente dell'Udc Gianpiero D'Alia, ex ministro per la Pa e la Semplificazione. "E' lo stesso discorso - conclude D'Alia - che vale per il contributo di solidarieta' dalle pensioni: e' ragionevole chiederlo a chi ne ha una 'd'oro', ma quelle del ceto medio non possono essere toccate".

Pol/Bar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari