venerdì 02 dicembre | 19:12
pubblicato il 03/dic/2013 12:00

Cuperlo: da Renzi minacce ormai quotidiane al Governo Letta

"Cosa sono le sue affermazioni se non quello?"

Cuperlo: da Renzi minacce ormai quotidiane al Governo Letta

Roma, 3 dic. (askanews) - "Ma cosa sono quelle di oggi se non minacce a Letta? Non ho controllato se oggi sia un giorno pari o uno dispari, ma tanto ormai Renzi non alterna nemmeno più i giorni. Ormai le minacce arrivano quotidianamente". Lo ha affermato l'avversario di Matteo Renzialle primarie per la leadership del Pd, Gianni Cuperlo. "Il sindaco di Firenze dice 'basta rinvii'. Sono d'accordo con lui. Questo governo deve fare le cose che servono al Paese per uscire dalla crisi. Ma ricordo a Renzi - ha ammonito ancora Cuperlo- che questo è lo stesso metodo usato da Berlusconi, da Brunetta e Gasparri. Questo governo è presieduto da Enrico Letta ma si regge su una maggioranza particolare. Saranno pochi i senatori di Alfano, per cui non ho grande simpatia politica, ma sono decisivi per la sopravvivenza del governo. Chiedo a Renzi: noi il governo lo vogliamo aiutare o lo vogliamo fare cadere"?

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Centrodestra
Berlusconi in tv propone leadership a Del Debbio: "ci rifletta"
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari