venerdì 02 dicembre | 23:24
pubblicato il 06/dic/2013 11:19

Cultura: Programma Italia 2019, appello a Governo da 6 citta' finaliste

(ASCA) - Perugia, 6 dic - L'appello al Governo per il sostegno al progetto Italia 2019 auspicato dal patto di collaborazione sottoscritto tra le sei citta' finaliste per il titolo di Capitale Europea della Cultura verra' portato avanti da Cidac (l'Associazione Citta' d'Arte e Cultura) che vede socie 32 citta', tra cui anche Assisi. L'obiettivo di Cidac e' costruire una rete di citta' in grado di esaltare le possibilita' di cooperazione, invenzione e circolazione della cultura, valorizzando il ruolo che le Citta' svolgono nel gestire il patrimonio storico-artistico e nella promuovere l'innovazione in ambito culturale e creativo. Il Programma Italia 2019 e la competizione a Capitale Europea della Cultura sono - e' detto in una nota - due straordinarie opportunita' per rilanciare l'economia della cultura e la riqualificazione dei centri urbani. I rappresentanti delle sei big - Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena - si sono incontrati a Ravenna, ed hanno auspicato che l'Esecutivo ''possa sostenere l'impegno profuso da tutte le citta' candidate nella sfida per diventare Capitale Europea della Cultura, valorizzando il lavoro gia' svolto e ancora da svolgere nei prossimi mesi, sostenendo il progetto Italia 2019 e assicurando, appositi finanziamenti per la citta' che sara' designata Capitale Europea della Cultura nel 2019''. A rappresentare ''Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d'Assisi e dell'Umbria'' a Ravenna, e' stato l'Assessore alle Attivita' culturali, Andrea Cernicchi, Presidente di Cidas. I partecipanti, hanno sottoscritto una Carta d'intenti con cui si impegnano a ''collaborare nella fase finale di selezione e anche dopo la designazione; a creare o rafforzare le partnership utili per partecipare ai nuovi programmi UE; a favorire la mobilita' di produzioni culturali, artisti e operatori tra una citta' e l'altra; ad incoraggiare progetti comuni tra studenti di scuole e Universita' dei rispettivi territori''. L'appello al Governo per il sostegno a Italia 2019, e' stato motivato con la necessita' di realizzare un programma che riguarda tutte le Citta' Candidate, che potra' trovare un utile supporto nella programmazione europea 2014/2020 su cui si sta discutendo proprio in queste settimane. Dopo aver realizzato un Logo per Italia 2019, e aver avviato alcune iniziative in di collaborazione con i Parlamentari eletti nelle Citta' Candidate, il CIDAC ha stabilito un rapporto di collaborazione con ANCI che condivide e sostiene il Programma Italia 2019. Pg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari