martedì 17 gennaio | 08:10
pubblicato il 07/ott/2013 15:27

Cultura: Orlando, dl non e' soluzione per fondazioni lirico-sinfoniche

Cultura: Orlando, dl non e' soluzione per fondazioni lirico-sinfoniche

(ASCA) - Roma, 7 ott - ''Il decreto Valore Cultura non e' la soluzione per i problemi delle Fondazioni lirico-sinfoniche italiane''. Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che dopo avere sollevato, sia in sede Anci che nel corso di una specifica riunione con il ministro Brai, il tema della inadeguatezza dello strumento e dei suoi contenuti, ribadisce oggi la sua forte perplessita' sul decreto di recente convertito in legge.

''Ogni Teatro, ogni Fondazione riflette realta' e storie diverse - afferma Orlando - e la soluzione dei problemi che oggi molti stanno affrontando non puo' essere affidata ad un provvedimento che impone a tutti le stesse rigidita' gestionali, basate su criteri ed interventi uguali in particolare verso i dipendenti e le maestranze con riferimento ai livelli occupazionali e ai rapporti contrattuali''.

''A Palermo - spiega il primo cittadino del capoluogo siciliano - la Fondazione Teatro Massimo ha gia' intrapreso una strada virtuosa di contenimento dei costi e di superamento delle tante criticita' lasciate dalla precedente gestione. Grazie al prezioso lavoro condotto dal Commissario straordinario Fabio Carapezza Guttuso e alla consapevolezza dei lavoratori che hanno condiviso scelte indispensabili per garantire continuita' e stabilita' alla Fondazione in un momento di grande difficolta' qual e' quello che tutto il Paese sta attraversando, il Teatro Massimo sta lavorando per trovare soluzione ai propri problemi, che devono essere sicuramente essere affrontati con serieta' e rigore nell'ottica di un virtuoso contenimento della spesa e della abolizione di sprechi e privilegi ingiustificati, ma con strumenti e provvedimenti adatti alla realta' locale''. ''Proprio per questo - conclude Orlando - pur apprezzando l'attenzione che il Ministro ha inteso dedicare a una materia troppo spesso trascurata, chiedero' al Presidente Anci Fassino di affrontare il tema immediatamente, gia' nel corso della riunione dei Sindaci delle citta' metropolitane che avra' luogo sabato prossimo a Catania.

Sara' questa una prima occasione per ragionare insieme sulle azioni da intraprendere affinche' venga salvaguardato quel patrimonio straordinario che e' rappresentato dai nostri teatri d'opera''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello