domenica 04 dicembre | 15:58
pubblicato il 06/giu/2013 19:10

Cucchi: Fedeli (Pd), lo Stato doveva tutelare Stefano

Cucchi: Fedeli (Pd), lo Stato doveva tutelare Stefano

(ASCA) - Roma, 6 giu - ''Il fatto che un ragazzo, un cittadino, fermato per un reato non grave ed entrato sano in una caserma dei carabinieri ne sia uscito morto, e' inconfutabile. La via crucis di Stefano Cucchi non puo' essere ridotta a un caso di malasanita', il fatto che in quel momento fosse sotto la tutela dello Stato non e' un' attenuante ma, al contrario, e' il vero cuore del problema.

Il problema e' che in Italia, e purtroppo Stefano non e' il primo a testimoniarcelo, in carcere si muore''. Lo ha detto la vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli (Pd).

''Ora noi dobbiamo assolutamente realizzare un'idea di giustizia diversa, secondo la quale non si perdono i propri diritti perche' si e' sbagliato, in cui il carcere serve a riabilitare e non solo a punire - ha aggiunto -. Un' idea di giustizia, o se vogliamo di uno Stato di diritto a cui tutti devono attenersi, anche tutti i facenti parte dei corpi di polizia''.

com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari