giovedì 19 gennaio | 16:01
pubblicato il 17/mar/2014 19:01

Csm: Vietti, ripensare sistema elezione, sorteggio togati non convince

Csm: Vietti, ripensare sistema elezione, sorteggio togati non convince

(ASCA) - Torino, 17 mar 2014 - Finita la stagione della grande contrapposizione tra magistratura e politica si puo' cominciare a riflettere sulla composizione del Csm e in particolare sulla sua legge elettorale che dovrebbe attenuare il collegamento tra consiglieri togati e le correnti di appartenenza, anche se l'ipotesi di ingresso per sorteggio non e' convincente. E' quanto sottolinea il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Michele Vietti, che oggi ha presentato il suo ''Codice dell'Ordinamento giudiziario'', in un incontro con i magistrati e gli avvocati torinesi al Campus Einaudi.

''In una stagione in cui la grande contrapposizione politica-giustizia si e' attenuata, e' forse possibile cominciare a riflettere con un po' di lucidita' e senza animosita' e passione, sulle modalita' di composizione del Consiglio superiore della magistratura, sulle sue attribuzioni e sulla legge elettorale - ha detto Vietti - perche' oggi il Consiglio ha una legge elettorale che privilegia la formula della mediazione e cioe' un riferimento (le correnti, ndr) attraverso cui passare per la soddisfazione delle proprie aspettative, non sufficientemente riferite all'organizzazione, all'interesse collettivo e all'esigenze delle utenze''.

Secondo Vietti ''qualche ripensamento andra' fatto'' anche sul decentramento, visto che ''e' ultima grande organizzazione centralista, ma cio' esige'', ha osservato Vietti, ''che la magistratura esca dalla logica del fortino assediato, e che la politica finisca di assediarla, e cominci a ripensare anche se stessa''. Tenendo ferme come principi di riferimento, ha aggiunto, l'autonomia e l'indipendenza ''che pero' - ha affermato - sono mezzi rispetto al fine che e' quello di un magistrato che distribuisca torti e ragioni, in modo efficace, tempestivo e prevedibile. Oggi la nostra organizzazione e' in grado di garantire questa tipologia di magistrato? Io temo di no''.

Vietti si e' detto scettico sull'ipotesi del sorteggio per togati rilanciata di recente: ''Non mi pare praticabile, non e' rispettoso della Costituzione che dice che i magistrati devono essere eletti''. Secondo il vicepresidente del Csm si puo' immaginare invece ''o una rosa di magistrati sorteggiati che poi vengono votati oppure una rosa di eletti poi sorteggiati''. ''Sarebbe molto facile - ha detto - modificare la legge dei togati per rendere meno prevedibile la prescelta da parte dei gruppi di appartanenza. Ci sono le primarie che sono un piccolo passo in avanti - ha osservato -, ma avrei visto con favore qualche accorgimento di tecnica elettorale, tipo panachage, che dia la possibilita' di piu' preferenze e di scegliere qualcuno anche in altre liste, in modo da scompaginare i giochi e non dare per scontata, come oggi avviene, non solo la composizione del consiglio da eleggere, ma anche di quello successivo.

Questa e' una cosa che non va bene perche' e' bene che non ci siano carriere predeterminate dei magistrati''. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale