martedì 17 gennaio | 03:50
pubblicato il 13/apr/2011 18:09

Csm/ Il plenum vota la decadenza del laico Brigandì

Diciannove i voti favorevoli, tre i contrari, due gli astenuti

Csm/ Il plenum vota la decadenza del laico Brigandì

Roma, 13 apr. (askanews) - Il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha approvato con 19 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti, la risoluzione proposta dalla commissione verifica titoli che stabilisce la decadenza dal Csm del consigliere Matteo Brigandì, 'laico' della Lega eletto dal Parlamento. La decisione è arrivata con una inversione a sorpresa dell'ordine del giorno dopo che stamattina il vicepresidente del Csm Michele Vietti aveva proposto, senza incontrare obiezioni, il rinvio del voto alla seduta del 4 maggio. La causa della decadenza è nella posizione di incompatibilità di Brigandì che, al momento della sua elezione, ricopriva la carica di amministratore di una holding della Lega Nord, la Fin Group.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello