martedì 21 febbraio | 23:25
pubblicato il 02/dic/2011 18:07

Crisi/Napolitano: Ritardo strutturale Italia,urge rigore-equità

Misure necessarie devono assicurare anche crescita indispensabile

Crisi/Napolitano: Ritardo strutturale Italia,urge rigore-equità

Roma, 2 dic. (askanews) - "La profondità della crisi economica che attraversa l'intero mondo occidentale richiede oggi, ed è apprezzabile che ve ne mostriate pienamente consapevoli, che nel nostro Paese, colpito in misura particolare per i suoi ritardi strutturali, si assumano misure conseguenti in grado di conciliare il rigore con l'equità e di promuovere l'indispensabile crescita della nostra economia". Lo afferma il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato al congresso del Partito Socialista di Riccardo Nencini in corso a Fiuggi. "In occasione dell'apertura dell'Assemblea congressuale del Partito socialista italiano invio a lei e a tutti i delegati il mio augurio per un proficuo svolgimento dei lavori con il ringraziamento per le espressioni di stima e apprezzamento che mi avete rivolto", recita il messaggio inviato al segretario del Psi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia