domenica 22 gennaio | 23:14
pubblicato il 16/mag/2013 19:37

Crisi: Zanda, non piu' tagli lineari ma selettivi

Crisi: Zanda, non piu' tagli lineari ma selettivi

(ASCA) - Roma, 16 mag - ''La spesa pubblica va tagliata seriamente ma non come e' da tradizione italiana e cioe' con tagli lineari. Bisogna fare l'opposto: dire esattamente dove dobbiamo tagliare''. Lo afferma Luigi Zanda nel corso della registrazione di Porta a Porta.

E poi aggiunge: ''La questione e' enorme. Se non attacchiamo la spesa pubblica in modo selettivo ma coraggioso, se non risolviamo il problema dell'evasione fiscale che ammonta a quasi 200 miliardi, se non intacchiamo i 60 miliardi di corruzione e i 250 dell'economia sommersa e, nel contempo, i vincoli dell'Unione europea restano gli stessi, non riusciremo a uscire dalla crisi. Una crisi che non e' solo economica, ma sociale e di sistema''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4