domenica 19 febbraio | 22:13
pubblicato il 22/ago/2014 11:56

Crisi: Sc, ora 'disboscaItalia' con taglio 1.500 societa' di Enti locali

(ASCA) - Roma, 22 ago 2014 - Scelta Civica, con un pezzo pubblicato sul sito web del partito, chiede a Matteo Renzi un decreto legge, un ''disbosca Italia'', che tagli subito 1.500 societa' degli enti locali. Lo rende noto un comunicato stampa di Sc si ricorda che il procuratore generale della Corte dei Conti, che ha indicato in 26 miliardi il costo per lo Stato, e soprattutto il rapporto del Commissario Cottarelli dal quale risulta che circa 1.300 societa' hanno un fatturato sotto i 100.000 euro, 3.000 hanno meno di 6 addetti e 2.123 non ne hanno neppure uno. Scelta Civica chiede quindi al governo di intervenire per decreto gia' nel Cdm del 29 agosto, elencando le misure specifiche con le quali ''si potrebbero eliminare 1500 societa' inutili in pochi mesi'': (1) il divieto per qualsiasi soggetto pubblico di mantenere partecipazioni in societa' non quotate nelle quali la presenza complessiva delle amministrazioni sia inferiore al 10%; la soglia complessiva per le nuove partecipazioni deve invece essere fissata al 20%; qualsiasi deroga deve essere autorizzata dell'Autorita' garante della concorrenza e del mercato, come propone lo stesso Cottarelli (2) l'obbligo di dismettere qualsiasi partecipazione inferiore alle soglie di cui sopra entro sei mesi dall'entrata in vigore del decreto (3) l'obbligo di dismettere, riassorbire o chiudere qualsiasi societa' con meno di 10 addetti alla data del 31 luglio 2014, o con un fatturato dell'ultimo anno inferiore ai 100.000 euro, sempre entro sei mesi dall'entrata in vigore del decreto (4) l'obbligo per i comuni con meno di 30mila abitanti di sostituire con amministratore unico, sempre entro sei mesi dall'entrata in vigore del decreto, tutti i consigli di amministrazione delle societa' in perdita di cui alla legge 122/2010 (5) una riduzione del 10% di tutti i trasferimenti dallo stato centrale alle amministrazioni locali che non adempiano agli obblighi di trasparenza vigenti entro il 31 dicembre 2014 e non ottemperino agli obblighi di dismissione sopra previsti (6) la previsione, in caso di inadempimento, di sanzioni a carico degli amministratori delle societa' inadempienti e dei membri degli organi delle amministrazioni locali interessate pari al 20% della retribuzione lorda annua. com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia