martedì 06 dicembre | 15:51
pubblicato il 12/apr/2013 14:18

Crisi: saggi, per crescita credito a Pmi, piu' ricerca e concorrenza

(ASCA) - Roma, 12 apr - Sono cinque le proposte elaborate dai 'saggi' ''con effetti prevalenti sulla crescita economica''.

E' quanto si legge nella loro relazione pubblicata on line sul sito del Quirinale.

Al primo punto vi e' il completamento del pagamento dei debiti commerciali della pubblica amministrazione in modo da far arrivare il credito alle piccole e medie imprese (PMI). I 'saggi' chiedono che l'obbligatorio termine di 30 giorni per i pagamenti, in vigore dall'inizio dell'anno, sia effettivamente rispettato. Che venga estesa la operativita' del Fondo Centrale di Garanzia per le piccole e medie imprese, che puo', attraverso garanzie a banche e Confidi sui prestiti alle PMI, attivare prestiti aggiuntivi per oltre 30 miliardi. E infine di accelerare l'utilizzazione dei Fondi strutturali dell'Unione europea, rafforzando la sinergia fra amministrazioni centrale, regionali, locali e imprese.

I 'saggi' indicano tra gli obiettivi quello che venga rilanciato il ruolo dell'Italia negli scambi internazionali accrescendo l'operativita' del polo costituito da Sace, Simest e Cassa Depositi e Prestiti in materia di assicurazione e finanziamento delle esportazioni, rimodulando la relativa disciplina normativa sul modello della Ipex-Bank tedesca. Con l'occasione dell'Expo2015, e' necessario, per i saggi, mobilitare istituzioni e sistemi produttivi ai fini di un rilancio dell'immagine italiana nel mondo e per assicurare il massimo impatto dell'evento sull'economia nazionale.

Concentrare nei prossimi due anni risorse per potenziare il settore turistico e valorizzare il patrimonio culturale attivando diversi strumenti di partnership pubblico-privato.

La terza proposta e' volta a favorire la ricerca, l'innovazione e la crescita delle imprese istituendo un Fondo di investimento pubblico-privato che operi come fondo di fondi di venture capital, rafforzando normativamente l'operativita' dei due fondi di private equity gia' costituiti presso la Cassa Depositi e Prestiti (Fondo italiano di investimento e Fondo strategico italiano), riconoscendo un credito d'imposta a fronte di spese per Ricerca e Sviluppo, sostenendo le PMI nella partecipazione alle gare per i fondi dell'Unione europea in questo settore.

La quarta proposta riguarda il miglioramento del sistema tributario presentando al Parlamento il disegno di legge ''delega fiscale'' e poi i 'saggi' hanno suggerito diverse misure per migliorare il rapporto tra fisco e cittadino e per rafforzare la lotta all'evasione fiscale.

La quinta proposta ha l'obiettivo di aprire alla concorrenza e tutelare meglio i consumatori con l'tilizzazione dello strumento della ''Legge annuale sulla concorrenza'' per procedere ad una revisione degli aspetti anticoncorrenziali della legislazione vigente, rafforzando il controllo dell'AGCM sulla legislazione regionale e infine vengono suggerite diverse misure per aumentare la concorrenza in diversi settori (trasporti, assicurazioni, energia, ecc.).

ceg/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Wine2Wine: Germania mercato maturo e complesso
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni