domenica 26 febbraio | 23:37
pubblicato il 02/set/2014 13:12

Crisi, Renzi: con dati Germania "mal comune, doppio danno"

(ASCA) - Roma, 2 set 2014 - "I dati economici ci hanno consegnato un'Europa in difficolta'. C'e' una crisi globale della zona euro che fa molto riflettere". Lo scrive Matteo Renzi nella sua enews.

"Per dire: il dato negativo italiano sulla crescita del secondo trimestre, che tanto ha alimentato il dibattito nella prima meta' di agosto a casa nostra, e' - sottolinea - esattamente identico al dato tedesco: -0,2%. Mal comune, mezzo gaudio? Macche': mal comune, doppio danno. E la Germania si puo' permettere piccole battute d'arresto con molta piu' tranquillita' dell'Italia che viene da anni di crisi molto dura (nel 2012 il nostro risultato e' stato -2,4%, nel 2013 -1,9%, adesso siamo al -0,2% ma ovviamente non basta)".

Renzi parla dunque anche del piano di investimenti annunciato da Juncker e dal ruolo della Bce che "liberera' da questo mese 200 miliardi per le banche purche' questi soldi vadano alle imprese".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech