mercoledì 18 gennaio | 09:15
pubblicato il 20/feb/2014 12:04

Crisi: Peroni (Fvg), da Regioni contributo rilevante a risanamento conti

(ASCA) - Trieste, 20 feb 2014 - Eventuali richieste alle Regioni da parte del Governo di contribuire ulteriormente al risanamento delle finanze pubbliche non devono mettere a repentaglio la funzionalita' delle stesse amministrazioni e quindi la loro capacita' di assicurare i servizi essenziali.

Lo sostengono gli assessori regionali alle Finanze, che a Roma, in sede di Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni, hanno nuovamente affrontato il tema della revisione della spesa.

''Le Regioni - spiega l'assessore del Friuli Venezia Giulia, Francesco Peroni - in questi anni di difficile congiuntura economica hanno dato e continuano a dare un contributo molto consistente al risanamento della finanza pubblica''.

''Anche il Friuli Venezia Giulia - ricorda - ha subito tagli molto incisivi, ai quali stiamo cercando di far fronte attraverso la riqualificazione della spesa e profonde riforme strutturali. Ma fare di piu', oggi, e' pressoche' impossibile, pena la capacita' di assicurare i servizi fondamentali, dalla sanita' al sociale, al trasporto pubblico''.

Per questa ragione, come riferisce Peroni, le Regioni hanno approvato un documento congiunto che espone, capitolo per capitolo, il loro contributo alla revisione della spesa, quale espressione di una comune strategia d'azione al tavolo presieduto dal commissario straordinario alla spending review, Carlo Cottarelli.

''Occorre che prevalga, al di la' delle pur sensibili differenze tra Regioni ordinarie e speciali, la coesione del sistema regionale nel delicato confronto con il Governo nazionale. Siamo convinti che strategie separate tra ordinarie e speciali, in questo cruciale scenario, finirebbero per indebolire il sistema delle Regioni, facendo perdere di vista l'obiettivo che accomuna ordinarie e speciali: quello di spostare il baricentro della spending review sulla spesa dello Stato, il quale ha, dati alla mano, contribuito in percentuale inferiore al contenimento della propria spesa. Convinta della necessita' di condividere una strategia comune su questo versante decisivo per il nostro futuro, la Regione Friuli Venezia Giulia - conclude Peroni - e' attivamente presente sia nella Commissione Affari finanziari, cui partecipano tutte le amministrazioni regionali, che nel corrispondente tavolo ristretto, riservato alle Autonomie speciali''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa