giovedì 23 febbraio | 13:42
pubblicato il 20/feb/2014 12:04

Crisi: Peroni (Fvg), da Regioni contributo rilevante a risanamento conti

(ASCA) - Trieste, 20 feb 2014 - Eventuali richieste alle Regioni da parte del Governo di contribuire ulteriormente al risanamento delle finanze pubbliche non devono mettere a repentaglio la funzionalita' delle stesse amministrazioni e quindi la loro capacita' di assicurare i servizi essenziali.

Lo sostengono gli assessori regionali alle Finanze, che a Roma, in sede di Commissione affari finanziari della Conferenza delle Regioni, hanno nuovamente affrontato il tema della revisione della spesa.

''Le Regioni - spiega l'assessore del Friuli Venezia Giulia, Francesco Peroni - in questi anni di difficile congiuntura economica hanno dato e continuano a dare un contributo molto consistente al risanamento della finanza pubblica''.

''Anche il Friuli Venezia Giulia - ricorda - ha subito tagli molto incisivi, ai quali stiamo cercando di far fronte attraverso la riqualificazione della spesa e profonde riforme strutturali. Ma fare di piu', oggi, e' pressoche' impossibile, pena la capacita' di assicurare i servizi fondamentali, dalla sanita' al sociale, al trasporto pubblico''.

Per questa ragione, come riferisce Peroni, le Regioni hanno approvato un documento congiunto che espone, capitolo per capitolo, il loro contributo alla revisione della spesa, quale espressione di una comune strategia d'azione al tavolo presieduto dal commissario straordinario alla spending review, Carlo Cottarelli.

''Occorre che prevalga, al di la' delle pur sensibili differenze tra Regioni ordinarie e speciali, la coesione del sistema regionale nel delicato confronto con il Governo nazionale. Siamo convinti che strategie separate tra ordinarie e speciali, in questo cruciale scenario, finirebbero per indebolire il sistema delle Regioni, facendo perdere di vista l'obiettivo che accomuna ordinarie e speciali: quello di spostare il baricentro della spending review sulla spesa dello Stato, il quale ha, dati alla mano, contribuito in percentuale inferiore al contenimento della propria spesa. Convinta della necessita' di condividere una strategia comune su questo versante decisivo per il nostro futuro, la Regione Friuli Venezia Giulia - conclude Peroni - e' attivamente presente sia nella Commissione Affari finanziari, cui partecipano tutte le amministrazioni regionali, che nel corrispondente tavolo ristretto, riservato alle Autonomie speciali''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Borella, Maestro d'olio: amaro, piccante e quindi salutare
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech