sabato 25 febbraio | 08:22
pubblicato il 07/ago/2012 14:29

Crisi/ P.Chigi:No intenzione polemica, su spread solo proiezione

Su effetti speculazione se non ci fosse stata discontinuità

Crisi/ P.Chigi:No intenzione polemica, su spread solo proiezione

Roma, 7 ago. (askanews) - In merito all'intervista del presidente del Consiglio Mario Monti al Wsj, fonti di Palazzo Chigi precisano che non c'è alcuna intenzione polemica nei confronti del precedente esecutivo e che la stima di uno spread a 1200 punti base viene da una proiezione degli effetti della speculazione sul nostro Paese se non si fossero dati segni di discontinuità con il passato. noto che lo spread in sei mesi era passato dai 150 punti base di maggio ai 550 di novembre. Anche per questa ragione - sostengono ancora fonti di palazzo Chigi - si è fatto ricorso ad un esecutivo di natura tecnica, che potesse raccogliere consensi parlamentari tali da poter mettere mano a riforme fondamentali per il paese oltre che per far approvare misure anche impopolari ma non più procrastinabili.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech