lunedì 16 gennaio | 11:56
pubblicato il 22/giu/2012 13:30

Crisi/ Napolitano: Regole e discipline comuni per Eurozona

La supereremo solo se sapremo unirci e integrarci di più

Crisi/ Napolitano: Regole e discipline comuni per Eurozona

Roma, 22 giu. (askanews) - Servono "regole comuni e discipline comuni per superare la crisi dell'Eurozona". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante la cerimonia al Quirinale con gli atleti che parteciperanno alle Olimpiadi di Londra 2012. Alla vigilia del vertice a quattro che si terrà oggi a Roma proprio per affrontare le misure europee contro la crisi, il capo dello Stato ha sottolineato che "viviamo un'epoca molto complessa e nuova che va vissuta con molto coraggio e audacia innovativa. Gli Stati dell'Europa devono integrarsi molto di più in un mondo che è diverso. L'Europa si rimpicciolisce. Prima eravamo il 20 per cento della popolazione mondiale ora rappresentiamo il 7 per cento, ci sono i giganti delle potenze emergenti, potremo salvaguardare il nostro ruolo e continuare a dare il nostro contributo solo se sapremo unirci e integrarci di più come Stati e come economie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Governo
Alfano: elezioni? Avanti finchè c'è carburante, senza psicodrammi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Lifestyle
Superenalotto, sabato jackpot a 74,7 milioni di euro
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
Metro C, online il nuovo portale sull'opera con diretta sui lavori