sabato 25 febbraio | 07:56
pubblicato il 20/feb/2012 18:33

Crisi/ Napolitano: Coesione a rischio, la devo garantire

Proteste in piazza, presidente usa ingresso secondario in Regione

Crisi/ Napolitano: Coesione a rischio, la devo garantire

Cagliari, 20 feb. (askanews) - "Ho la responsabilità di garantire principi, valori ed equilibri istituzionali, compreso il rispetto dell'autonomia delle regioni, segnatamente quelle a statuto straordinario come la Sardegna, e compresa la garanzia di assicurare una coesione sociale che oggi è a rischio serio". Lo ha detto Giorgio Napolitano nel suo saluto al Consiglio regionale della Sardegna. "Sono convinto che nella vostra regione riuscirete a trasmettere l'impegno per la soluzione della crisi economica", ha aggiunto il presidente della Repubblica. Davanti al palazzo del Consiglio regionale lo hanno atteso alcune centinaia di manifestanti mobilitati sui temi della crisi economica. Il presidente della Repubblica non li ha però incrociati in quanto è entrato da un ingresso secondario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech