lunedì 20 febbraio | 15:07
pubblicato il 09/ott/2012 18:48

Crisi/ Monti: Senza coesione sociale impossibile sviluppo

"Importante il capitalismo filantropico, non basta status quo"

Crisi/ Monti: Senza coesione sociale impossibile sviluppo

Roma, 9 ott. (askanews) - Senza coesione sociale non è possibile uno "sviluppo civile", anzi non è possibile lo "sviluppo" tout court. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Monti, intervenendo al convegno della fondazione Uman, presieduta da Giovanna Melandri. "Il tema del capitalismo filantropico - ha spiegato Monti - rappresenta una nuova frontiera per molti aspetti ma anche per l'aspetto dirompente della crisi, durante la quale sono emerse le debolezze di un modello di sviluppo non sufficientemente attento alle esigenze di equità, se non impermeabile in alcuni casi". Per Monti, "il crescente divario" tra zone geografiche, tra strati sociali, "mette a repentaglio la coesione sociale che è la premessa di qualsiasi forma di sviluppo civile, e direi di qualsiasi forma di sviluppo. Non possiamo accontentarci dello status quo, abbiamo bisogno di nuove idee e di risorse per realizzarle".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia