sabato 21 gennaio | 03:59
pubblicato il 15/feb/2012 15:39

Crisi/ Monti: Sacrifici necessari, non imposti da Ue

Non farò mai brutto scherzo di accusare Unione per decisioni

Crisi/ Monti: Sacrifici necessari, non imposti da Ue

Roma, 15 feb. (askanews) - "Ho visto troppe volte come commissario, i governi nazionali giocare il ruolo di accusatori delle istituzioni europee dopo aver partecipato a decisioni prese in Ue. Io mi sono ripromesso di non fare mai questo brutto scherzo all'Ue". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, durante il suo intervento all'Europarlamento. "Spiego sempre ai miei concittadini - ha aggiunto - che i sacrifici importanti e le riforme difficili a cui sono chiamati non sono imposti dall'Ue ma necessari per il miglioramento della vita economica, sociale e civile e nell'interesse dei nostri figli". "Sono anche cose che l'Ue chiede di fare - ha sottolineato - ma non possono essere imputate all'Ue. Sento la responsabilità di guidare un Paese che ha una materia prima sempre più rara e cioè una opinione pubblica favorevole alla coesione dell'Unione. Sento di non dover dissipare questa materia prima ma di doverla coltivare con cura con argomenti di sostanza. In ogni occasione che ho, invito i miei colleghi a usare la stessa attenzione e riguardo verso la nostra costruzione comune". "L'Italia ha chiesto e ottenuto in sede di Consiglio Europeo di dare una priorità più alta alla crescita, ed è perfettamente possibile senza mettere in discussione la disciplina: basta uscire da certi luoghi comuni" ha aggiunto Monti. "Al tavolo del Consiglio Europeo l'Italia sta portando con crescente intensità la voce della crescita, perchè si sente la coscienza a posto a fa al proprio interno tutto ciò che è necessario per la disciplina di bilancio", ha rivendicato. Il prossimo Consiglio Europeo avrà dunque "molto da fare sulla crescita", e per esempio "il mercato unico ha ancora molto da dare per la crescita economica europea". Magari partendo dall'Atto sul mercato unico proposto dal commissario Barnier che "contiene un grande potenziale di crescita". L'Italia "si batte perchè seguano i fatti, perchè i capi di governo si impegnino per questo e per evitare che la Ue sia solo una grigia serie di direttive".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4