venerdì 09 dicembre | 10:58
pubblicato il 15/feb/2012 15:39

Crisi/ Monti: Sacrifici necessari, non imposti da Ue

Non farò mai brutto scherzo di accusare Unione per decisioni

Crisi/ Monti: Sacrifici necessari, non imposti da Ue

Roma, 15 feb. (askanews) - "Ho visto troppe volte come commissario, i governi nazionali giocare il ruolo di accusatori delle istituzioni europee dopo aver partecipato a decisioni prese in Ue. Io mi sono ripromesso di non fare mai questo brutto scherzo all'Ue". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Monti, durante il suo intervento all'Europarlamento. "Spiego sempre ai miei concittadini - ha aggiunto - che i sacrifici importanti e le riforme difficili a cui sono chiamati non sono imposti dall'Ue ma necessari per il miglioramento della vita economica, sociale e civile e nell'interesse dei nostri figli". "Sono anche cose che l'Ue chiede di fare - ha sottolineato - ma non possono essere imputate all'Ue. Sento la responsabilità di guidare un Paese che ha una materia prima sempre più rara e cioè una opinione pubblica favorevole alla coesione dell'Unione. Sento di non dover dissipare questa materia prima ma di doverla coltivare con cura con argomenti di sostanza. In ogni occasione che ho, invito i miei colleghi a usare la stessa attenzione e riguardo verso la nostra costruzione comune". "L'Italia ha chiesto e ottenuto in sede di Consiglio Europeo di dare una priorità più alta alla crescita, ed è perfettamente possibile senza mettere in discussione la disciplina: basta uscire da certi luoghi comuni" ha aggiunto Monti. "Al tavolo del Consiglio Europeo l'Italia sta portando con crescente intensità la voce della crescita, perchè si sente la coscienza a posto a fa al proprio interno tutto ciò che è necessario per la disciplina di bilancio", ha rivendicato. Il prossimo Consiglio Europeo avrà dunque "molto da fare sulla crescita", e per esempio "il mercato unico ha ancora molto da dare per la crescita economica europea". Magari partendo dall'Atto sul mercato unico proposto dal commissario Barnier che "contiene un grande potenziale di crescita". L'Italia "si batte perchè seguano i fatti, perchè i capi di governo si impegnino per questo e per evitare che la Ue sia solo una grigia serie di direttive".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina