lunedì 05 dicembre | 00:08
pubblicato il 31/gen/2012 22:03

Crisi/ Monti: Italia sarà soluzione, ora crescita e occupazione

Dubbi da Pd su Ue, ma premier fiducioso: Giovani abbiano speranza

Crisi/ Monti: Italia sarà soluzione, ora crescita e occupazione

Parigi, 31 gen. (askanews) - L'Italia "si trova ancora nella situazione per cui poteva e può essere considerata un problema molto serio per l'euro e l'intera eurozona", nonostante i sacrifici "molto, molto considerevoli" fatti dagli italiani. "Ma lo sforzo in corso è quello di trasformarci da origine del problema a soluzione del problema", e per Mario Monti la soluzione passa soprattutto dalla crescita e dalla creazione di nuova occupazione. Una strategia perseguita da tempo, questa del premier, che da subito si dedica alla nuova sfida: l'accordo a 25 si chiude nella tarda serata, la mattinata successiva Monti la dedica ad incontrare cinque commissari comunitari, e nei colloqui l'argomento principale sono proprio, spiegano dalla delegazione italiana, "le iniziative concrete che gli Stati membri e le Istituzioni Europee dovranno sviluppare in favore della crescita e della creazione di occupazione, in particolare a favore dei giovani". E se dalla sua maggioranza, in particolare dal Pd, arrivano dubbi sull'accordo di ieri, la risposta dell'esecutivo è in linea con quanto fatto finora: "Prima di tutto bisognava 'fare i compiti a casa', per poter portare a casa il nuovo fiscal compact e 'tranquillizzare' la Germania. Solo ora, e dopo un lavorio ai fianchi che va avanti da settimane, si può iniziare a lavorare davvero sui fronti della crescita e dell'occupazione", spiega una fonte di governo. E proprio ai giovani, che oggi "soffrono" una disoccupazione record, si rivolge Monti, quando da Parigi - dove si è spostato nel pomeriggio per ricevere il premio Europeo dell'Anno - li invita a "continuare ad avere speranza" nonostante i drammatici dati sull'occupazione diffusi oggi dall'Eurostat e dall'Istat. Perchè appunto dopo aver approvato il fiscal compact, "ora si può tornare senza complessi al problema della crescita", guardando "soprattutto verso i problemi dei giovani che dappertutto, e in Italia in particolare, soffrono il problema della disoccupazione". Dunque "bisogna lavorare nei mesi e negli anni a venire per dare sostanza a questa marcia dell'Europa verso la crescita che ritengo assolutamente essenziale", altrettanto quanto le politiche di disciplina di bilancio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari