martedì 17 gennaio | 12:52
pubblicato il 24/set/2012 09:56

Crisi/ Monti: Italia non è più un problema per stabilità Eurozona

Il premier: Non pensiamo alle elezioni, ma italiani non ostili

Crisi/ Monti: Italia non è più un problema per stabilità Eurozona

Roma, 24 set. (askanews) - L'Italia non fa più parte del gruppo di Paesi che mettono a rischio la stabilità della zona euro, secondo il presidente del Consiglio Mario Monti. "Grazie all'azione di questi mesi l'Italia si è tolta dalla lista dei paesi che rappresentavano un problema per la stabilità dell'area euro". Lo ha detto il premier Mario Monti aprendo insieme al segretario generale dell'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) José ngel Gurr a, la conferenza internazionale sulle Riforme strutturali in Italia. "Noi non abbiamo come prospettiva quella elettorale": lo ha ribadito il premier e smentendo "il teorema di Juncker" ovvero che chi fa riforme poi non abbia i consensi per continuare a governare. Gli italiani, ha aggiunto, "non sono ostili" al governo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Auto, nel 2016 vendite in Europa +6,5% oltre i 15 milioni
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Spazio, è morto Eugene Cernan: ultimo uomo a camminare sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate