lunedì 05 dicembre | 02:10
pubblicato il 05/feb/2013 12:00

Crisi/ Monti: Finito rigore non c'è ricreazione, avanti riforme

Difficile gestire in emergenza,ma in 5 anni si può e si deve fare

Crisi/ Monti: Finito rigore non c'è ricreazione, avanti riforme

Pordenone, 5 feb. (askanews) - "Finito il rigore non inizia la ricreazione, bisogna continuare con le riforme fatte in quest'anno di governo". A sottolinearlo il premier dimissionario, Mario Monti, a margine di un incontro a Pordenone. "Finito il rigore non arriva la ricreazione e quindi il bilancio pubblico bisogna tenerlo bene sotto controllo per non ritrovarsi come a fine del 2011", ha detto. "Il rigore e le riforme fatte nell'anno di governo, continuandole, porteranno allo sviluppo", ha aggiunto, ricordando come, secondo il Fondo monetario internazionale, proseguire sulla strada delle riforme fatte valga "6 punti di Pil nei prossimi 5 anni". In generale, ha concluso Monti, "va gestito meglio l'intero Paese, era difficile farlo in un anno d'emergenza, ma nei 5 anni di una legislatura si può e si deve fare".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari