domenica 26 febbraio | 18:13
pubblicato il 07/ago/2012 13:17

Crisi/ Monti: Con governo Berlusconi spread sarebbe a 1.200

In Francia più basso, mercati pensano che Germania non la mollerà

Crisi/ Monti: Con governo Berlusconi spread sarebbe a 1.200

Roma, 7 ago. (askanews) - "Se il governo precedente fosse ancora in carica lo spread dell'Italia sarebbe a 1.200 o qualcosa del genere". Lo dice il presidente del Consiglio, Mario Monti, in un'intervista al 'Wall street journal'. "Lo spread è ancora alto perchè il nostro debito è obiettivamente molto alto - spiega il premier -, e i mercati hanno cominciato a rendersi conto in modo drammatico che la governance dell'eurozona è debole. La Francia ha fatto molte meno riforme di quelle che abbiamo fatto noi, ma nonostante questo il loro spread è più basso. Il motivo è che si ritiene che la Germania non mollerà mai la Francia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech