venerdì 09 dicembre | 13:01
pubblicato il 03/feb/2014 18:25

Crisi: Maroni, Lombardia pronta ad attirare investimenti, Italia no

(ASCA) - Milano, 3 gen 2014 - ''La Lombardia e' pronta per attrarre investimenti stranieri, l'Italia no''. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, a margine della presentazione del provvedimento 'Dote scuola'.

''Non vedo - ha spiegato - una grande disponibilita' da parte del governo nazionale a creare le condizioni per attrarre investimenti stranieri, cioe' riduzione della pressione fiscale, meno burocrazia, investimenti sulla ricerca. Noi in Lombardia lo stiamo facendo: abbiamo cancellato l'Irap per i giovani che avviano una start-up innovativa, stiamo creando una rete per potenziare il sistema universitario della regione ed e' in via di approvazione la nuova legge sull'innovazione che prevede una serie di iniziative tese proprio ad attrarre investimenti. Penso che il modello lombardo - ha concluso - possa essere preso come esempio dal governo di Roma, perche' e' un sistema che funziona''.

com-fcz/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina