sabato 21 gennaio | 21:23
pubblicato il 22/ago/2014 14:37

Crisi: Libe' (Udc), mancano regole e merito. Ceto medio a rischio

(ASCA) - Roma, 22 ago 2014 - ''E' impossibile negare che il ceto medio costituisca la parte piu' in difficolta' del Paese e sono perplesso sul fatto che in queste condizioni possa uscire dalla crisi''. Cosi' Mauro Libe', vicesegretario nazionale dell'Udc, sul suo profilo Facebook.

''Quando uno Stato - osserva Libe' - non riesce a garantire le regole, non possiede un sistema giudiziario efficiente che garantisce torti e ragioni in modo rapido, non ha un sistema decisionale che permetta a coloro che vogliono intraprendere di poterlo fare con velocita', non e' in grado di permettere l'accesso al lavoro come grande opportunita' dipendente anche dal merito, allora i primi a essere in difficolta' saranno proprio i componenti di quella grande fetta di societa' che vuole crescere mettendosi in discussione. Il ceto medio, appunto''. com-sgr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4