domenica 04 dicembre | 09:56
pubblicato il 02/lug/2013 13:09

Crisi: Grillo, Italia sprofonda. Chiedo incontro a Napolitano

Crisi: Grillo, Italia sprofonda. Chiedo incontro a Napolitano

(ASCA) - Roma, 2 lug - ''Il Governo fa solo annunci e tira a campare per non tirare le cuoia sotto l'attenta regia di Napolitano che dal Colle, elargisce segni di sostegno quotidiano ai ministri. Tutto secondo la norma. Nessuna nuova, pessima nuova. Ci si avvia verso la catastrofe economica senza che nessuno nel Governo, nei partiti, nelle istituzioni abbia il coraggio di denunciarlo, di fare qualcosa. Con questi non cambieremo mai. Il loro unico obiettivo e' di guadagnare tempo, come i condannati nel braccio della morte. Il loro tempo e il nostro sono pero' asimmetrici, piu' tempo guadagnano loro, piu' ne perdiamo noi, piu' l'Italia sprofonda''. Questo l'ultimo affondo lanciato dal leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, in un post dal titolo 'Oggi, 2 luglio 2013', pubblicato sul suo blog. ''L'italiano - ha ammonito Grillo - viene descritto come 'brava gente', ma puo' diventare feroce, come dimostrato dalla Storia, anche recente. Napolitano vada in televisione, in prima serata e parli alla Nazione. Dica la verita' sullo stato dell'economia, sulle misure che dovremo prendere, sui sacrifici enormi che ci aspettano. Imponga la cancellazione del Porcellum, contro cui alla Camera ha votato soltanto il M5S e un solo deputato del pdmenoelle e sciolga il Parlamento. Quest'agonia non puo' durare. Chiedo un incontro con Napolitano''. Secondo il leader 5 Stelle ''persino il fascismo ebbe il pudore di far cadere Mussolini, e indirettamente di condannarsi, il 25 luglio 1943, giorno del Gran Consiglio. Questi resistono come delle cozze. Sono la malattia e vogliono essere anche la cura. Neppure il fascismo o il re avrebbero tollerato un esecutivo sorretto da Berlusconi. Gli italiani - ha sottolineato Grillo - stanno avviandosi verso la miseria, verso anni di ricostruzione nazionale con un Letta, nuovo Romolo Augustolo, l'ultimo insignificante imperatore romano''. ''Il popolo italiano si e' espresso per un cambiamento alle elezioni politiche di febbraio. Il M5S e' risultato primo in 50 province e secondo in 42 su un totale di 108, primo in assoluto nel Paese. Da allora e' iniziato un tiro al bersaglio da parte di tutti i media, incluse le televisioni pubbliche (una vergogna!). Una delegittimazione continua da parte del Sistema che ha colpito chiunque facesse parte del M5S o che solo osasse dichiararsi a favore. Non vorrei essere nei panni di questi politici, di questi pennivendoli quando il popolo italiano capira' di essere stato ingannato''. Ambienti del Quirinale hanno fatto sapere che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non ha ricevuto da parte di Beppe Grillo alcuna richiesta di incontro nei modi necessari perche' potesse prenderla in considerazione. brm/vlm

 

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari