martedì 21 febbraio | 17:46
pubblicato il 18/set/2013 16:18

Crisi: Grillo, Italia in coma per colpa euro. Letta burattino Bruxelles

Crisi: Grillo, Italia in coma per colpa euro. Letta burattino Bruxelles

(ASCA) - Roma, 18 set - ''L'ossessione di Napolitano e Letta per la stabilita' altro non e' che una parvenza di governo con quattro burattini a Roma manipolati da Bruxelles. Letta e' perfetto per questo ruolo. Punta alla foto di gruppo al G7 in Italia nel 2014 da appendere in camera accanto a quella di Andreotti e Napolitano''. Lo scrive il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo sul suo blog in un post dal titolo 'La guerra dell'Euro'. ''L'Italia e' in coma. E' l'esplosione del debito privato, in prevalenza delle nostre banche verso la BCE, originatosi nel regime a cambi fissi dell'euro, a rendere insostenibile il nostro debito pubblico. Bisogna guardare alla bilancia commerciale oltre che al debito pubblico. Solo se si riconosce che l'ingresso nell'Euro ha tarpato le ali alla gia' scarsa competitivita' italiana si potra' iniziare un vero dibattito. L'euro ha agito da acceleratore della crisi.

Va messo in discussione il tema della sovranita' monetaria per riformare il Paese. Pretendere di farlo in questo Euro, a queste condizioni di austerita', in tempi brevi e con questa classe dirigente e' pura utopia. C'e' stata una guerra, - scrive Grillo - la guerra dell'euro e come dopo ogni guerra persa ci sono i debiti di guerra da regolare. La guerra l'ha vinta la Germania che ora reclama i suoi 700 miliardi di euro di crediti concessi alla periferia dell'Europa, di cui 200 miliardi dall'Italia. Vanno avanzate proposte su come gestire e regolare i debiti di guerra per evitare il nostro fallimento''.

''Sono passati tre anni di recessione, disoccupazione e crollo dei consumi e la situazione e' peggiorata. L'euro ha scaricato su lavoratori e pensionati aggiustamenti di competitivita' con gli altri Paesi dell'area Euro ottenibili solo con austerita' e disoccupazione. I media in difesa dell'establishment ignorano completamente un legittimo dibattito sull'euro. Colpevoli e complici. Il M5S e' l'unico in Parlamento a parlare di sovranita' monetaria e di signoraggio. I cittadini si stanno informando. Piu' Europa e meno banche. E' necessario un nuovo concetto di Europa, solidale e veramente comunitaria. Il ruolo dell'Italia in Europa e' fondamentale, ma dobbiamo ridiscutere le condizioni in cui partecipiamo, a partire dall'emissione di eurobond che tutelino le economie piu' deboli, di una rinegoziazione del debito pubblico e della cancellazione del Fiscal Compact, un nodo scorsoio che impicchera' il nostro Paese'', conclude Grillo.

com-ceg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia