venerdì 09 dicembre | 09:09
pubblicato il 02/ago/2011 18:48

Crisi/ Domani Berlusconi a Camere,Napolitano:mercati preoccupano

Il Presidente: Da nuova concertazione interventi per crescita

Crisi/ Domani Berlusconi a Camere,Napolitano:mercati preoccupano

Roma, 2 ago. (askanews) - Mercati, crisi, concertazione, Parlamento. Le Camere domani, salvo sorprese, sospenderanno i lavori dopo l'informativa del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sul governo della crisi, per la pausa estiva ma non è detto che politica ed istituzioni possano darsi appuntamento direttamente a settembre. Ed è ancora una volta il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a far sentire la sua voce, alla vigilia del confronto parlamentare sulla crisi e in vista degli incontri di giovedì con le parti sociali prima con il Governo e poi con le opposizioni. "Nell'attuale momento - ha detto il Presidente della Repubblica con nettezza e chiarezza- la parola è alle forze politiche, di governo e di opposizione, chiamate a confrontarsi con le parti sociali sulle scelte da compiere per stimolare decisamente l'indispensabile crescita dell'economia e dell'occupazione, a integrazione delle decisioni sui conti pubblici volte a conseguire il pareggio di bilancio nel 2014. Seguirò dunque attentamente gli esiti di tale confronto, partendo dalla preoccupazione che non ho mancato di esprimere per gli andamenti dei mercati finanziari e dell'economia, nei loro termini generali e nei loro specifici aspetti italiani". La 'coesione nazionale' individuata da settimane da Napolitano come la più efficace arma politica contro la crisi, insomma, per il Colle è ora che si traduca in fatti: nuovi interventi concreti. Ed il capo dello Stato, che da domani inizia la sua abituale vacanza privata con gli amici a Stromboli quest'anno ritardata a causa della crisi, ha fatto chiaramente capire che dalle vacanze si può rientrare in ogni momento. In sintonia con quell'appello-allarme comune sottoscritto dalle parti sociali, servito a far ripartire una concertazione che, seppure in sedi, tavoli e orari distinti, giovedì assumerà una prima connotazione bipartisan. Non irrilevante, almeno in termini di clima del confronto, saranno parole e messaggi che il Premier Silvio Berlusconi userà domani in Parlamento. La mattina riunirà alle 10 il Consiglio dei ministri, probabile ultima seduta prima dello stop d'agosto. Poi, nel pomeriggio, tutti in aula per l'informativa del Premier. Alle 15 l'informativa alla Camera. Alle 17,30 quella in Senato. Dopodichè, giovedì, le parti sociali. Con Parlamento e Governo in 'pausa estiva'. E Napolitano a Stromboli. Ma senza escludere che se nuove misure saranno individuate e condivise e la loro applicazione non potesse aspettare settembre, le Istituzioni possano riaprire i battenti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni