lunedì 20 febbraio | 05:19
pubblicato il 05/mar/2013 13:25

Crisi: Chiti, troppi problemi, governo tecnico non puo' affrontarli

Crisi: Chiti, troppi problemi, governo tecnico non puo' affrontarli

(ASCA) - Roma, 5 mar - ''E' pensabile che un governo tecnico possa affrontare il tema di un riequilibrio delle disuguaglianze e l'attuazione di politiche orientate alla giustizia sociale? A me non sembra. E' necessario che su questo assumano le loro responsabilita' i gruppi presenti in Parlamento e ogni singolo parlamentare''. Lo afferma il vicepresidente del Senato, Vannino Chiti del Pd.

''Mi auguro che la direzione del Pd domani, in modo unitario, assuma quelle impostazioni - aggiunge - e promuova nei prossimi 10 giorni, in tutto il paese, iniziative di incontro con i cittadini, i giovani, il mondo del lavoro dipendente, autonomo e imprenditoriale. Gli eletti devono impegnarsi in prima persona in questi confronti: le azioni in Parlamento sono doverose e necessarie ma dobbiamo al tempo stesso far sentire ai cittadini che al centro della nostra proposta non sono i nostri interessi ma le priorita' del Paese''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia