martedì 21 febbraio | 11:50
pubblicato il 14/mar/2013 11:39

Crisi: Cgil, bene Anci. necessario pagamento crediti aziende

(ASCA)- Roma, 14 mar - La Cgil ''condivide la richiesta dell'Anci di modificare il patto di stabilita' interno e la necessita' di tentare di contrastare le difficolta' delle aziende partendo dal pagamento dei crediti, come primo impulso per difendere produzione, occupazione e redditi''. E' quanto affermano in una nota i segretari confederali del sindacato di corso d'Italia, Danilo Barbi e Fabrizio Solari, in merito alle parole di ieri del presidente dell'Associazione nazionale dei Comuni, Graziano Delrio.

''Certo - proseguono - questa non puo' essere una soluzione isolata ma deve diventare l'inizio di un nuovo cammino che, accelerando anche un cambiamento in Europa, ridisegni le politiche economiche e consenta di mettere in campo nuovi investimenti e creazione di occupazione''. Infine, concludono Barbi e Solari, ''consapevoli che la richiesta di Delrio rappresenta un virtuoso salto di qualita' contro 'un'austerita' mortale', chiediamo al Governo di provvedere rapidamente ad un cambio di politiche, partendo da un decreto che consenta la attuazione della proposta Anci''.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia