mercoledì 22 febbraio | 18:59
pubblicato il 21/mag/2013 14:29

Crisi: Cei, Welfare assicurato dalla Chiesa e non dallo Stato

Crisi: Cei, Welfare assicurato dalla Chiesa e non dallo Stato

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 21 mag - ''Si sta producendo una sorta di capovolgimento, per cui il Welfare viene assicurato dalla Chiesa e non dallo Stato''. Lo ha detto il segretario della Conferenza episcopale italiana, monsignor Mariano Crociata, durante la conferenza stampa al termine della sessione odierna della 65* Assemblea generale della Cei.

''Si assiste ripetutamente a strutture pubbliche - ha aggiunto mons. Crociata - che rimandano alle Caritas, per consentire alla gente un luogo di appoggio e soccorso che spesso le strutture pubbliche non sono in grado di assicurare. E' un capovolgimento che e' allarmante e che chiede una riflessione attenta. Naturalmente da parte della Chiesa c'e' l'impegno di mantenere questa attenzione costante''. ''Si deve ricreare un equilibrio necessario - ha sottolineato mons. Crociata - che distingua cio' che e' compito delle istituzioni da cio' che e' invece il volontariato e la carita'''.

dab/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech