martedì 24 gennaio | 04:55
pubblicato il 14/nov/2013 11:52

Crisi: Brunetta, mercati, Ue e Parlamento bocciano politica Saccomanni

Crisi: Brunetta, mercati, Ue e Parlamento bocciano politica Saccomanni

(ASCA) - Roma, 14 nov - ''Fuoco concentrico sulla politica economica impostata dal ministro Saccomanni. A gelare le attese non e' solo il rapporto di ieri della Commissione europea sugli squilibri macroeconomici, ma anche i dati pubblicati oggi dall'Istat, che prevedono una caduta del Pil dell'1,9% e non dell'1,7%, come riportato nella nota di aggiornamento al Def, varata dal governo solo due mesi fa.

Caduta del Pil che si aggiungera' al -2,4% del 2012, segnando il record di ben 8 trimestri consecutivi con il segno negativo. Ormai: piena recessione e rischio di deflazione''.

Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl.

''Non sorprende pertanto il misto di preoccupazioni e accuse della Commissione europea nei confronti del nostro responsabile della politica economica: forte contrazione del reddito e dei consumi; un debito pubblico che aumenta, soprattutto a causa della mancata crescita e nonostante i bassi tassi di interesse praticati dalla Bce; un deficit pubblico al limite del 3% e comunque in bilico su coperture zoppicanti, costituite da tanti anticipi d'imposte e clausole di salvaguardia che rischiano di aumentare ancora di piu' la gia' alta pressione fiscale. I numerosi emendamenti alla Legge di Stabilita', poi, rappresentano non una normale patologia, come il ministro dell'economia cerca disperatamente di spiegare, ma l'inevitabile conseguenza dell'assoluta mancanza di una strategia che impegni il Parlamento sui grandi temi della politica economica, ponendo un freno al prevalere dei micro-interessi'', aggiunge Brunetta. ''Insomma, Europa, mercati e Parlamento bocciano la politica economica di Saccomanni. Forse una riflessione si impone. Con questo finale di anno pienamente recessivo, il 2014 nascera' sotto i peggiori auspici: altro che +1% di crescita. E cosi' va a farsi benedire la riduzione della pressione fiscale e l'intero impianto della Legge di stabilita''', conclude Brunetta.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4