martedì 06 dicembre | 07:07
pubblicato il 11/gen/2013 15:26

Crisi: Brunetta, Juncker e Barroso colpevoli, potrebbero starsene zitti

Crisi: Brunetta, Juncker e Barroso colpevoli, potrebbero starsene zitti

(ASCA) - Roma, 11 gen - ''Gli spread accennano a calare poco poco e tornano i corvi. Dove sono stati Jean Claude Juncker e Jose' Manuel Barroso nell'ultimo anno e mezzo di crisi dell'euro? E dov'erano ancora prima, nella primavera del 2011, quando si stava preparando la tempesta perfetta sui mercati ad opera delle banche tedesche? Tripla mancanza: non aver denunciato a tempo debito, per ignoranza o per ignavia, quel che stava per accadere. Non aver fatto un'analisi seria e condivisa della crisi quando questa e' esplosa. Non spiegare ora cosa e' veramente successo. E ammettere che l'unica istituzione europea che ha avuto un ruolo attivo e determinante nel periodo della bufera sui mercati e' stata la BCE, che proprio ieri ha ribadito, appunto, l'impegno a mantenere operative le misure straordinarie messe in piedi per garantire la stabilita' nell'eurozona''. Lo dichiara in una nota Renato Brunetta, coordinatore dei dipartimenti del Pdl.

''Commissione europea ed Eurogruppo sono stati, invece, del tutto svuotati dei loro poteri dai loro stessi presidenti, che non hanno saputo guidarli, e la loro sovranita' e' stata, di fatto, ceduta alla Germania, che ha anteposto agli interessi comuni dell'intera Unione i propri interessi nazionali, e continua a bloccare qualsiasi strumento l'eurozona si dia per far fronte alla crisi, dalla vigilanza bancaria unica europea al Meccanismo Europeo di Stabilita', fino alla data delle sue elezioni politiche, a settembre 2013. I rispettivi presidenti dovrebbero solo farsi un approfondito esame di coscienza, perche' se la politica economica sangue, sudore e lacrime imposta da Angela Merkel all'eurozona ci ha portato in recessione e ha spinto la disoccupazione a livelli record, la colpa e' anche, soprattutto, loro. Che l'hanno accettata senza colpo ferire.

Potrebbero anche starsene zitti. Gli italiani finalmente hanno capito'', conclude Brunetta.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari