sabato 03 dicembre | 11:14
pubblicato il 15/apr/2013 10:31

Crisi: Bonanni a Monti, niente da rimproverarci. Paese privo di governo

(ASCA) - Roma, 15 apr - ''Non so cosa si possa rimproverare a imprenditori e sindacati, quando e' noto che nelle fabbriche, nei luoghi di produzione in genere si lavora moltissimo, ma tutto quello che si fa viene frantumato da tutto cio' che non funziona fuori dai luoghi di lavoro. Penso all'energia, penso alle infrastrutture, penso alle tasse che bruciano le risorse non solo dei lavoratori, ma dell'intera comunita', perche' non circolando denaro si abbattono i consumi e quindi l'economia si 'ammazza' da sola''. Cosi' il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, risponde al premier, Mario MOnti che aveva criticato l'atteggiamento di imprese e sindacati.

'Non so cosa dovremmo rimproverarci - sottolinea Bonanni a Rai Radio1 -, abbiamo fatto accordi di produttivita', abbiamo migliorato gli orari, abbiamo fatto molto e molto ovviamente possiamo ancora fare, ci siamo ripromessi di migliorare sempre piu' le produzioni pur di avere salari migliori, pero', parliamoci chiaro: e' come una corsa della staffetta: il primo corre a piu' non posso, lascia la staffetta, ma se l'altro la afferra male non corre alla stessa velocita', si brucia tutta la corsa acquisita. Questa e' la realta' italiana, e' inutile che si faccia finta di non capire, e si butta la croce sui lavoratori e sull'impresa''. ''Il problema vero - continua Bonanni - e' che il Paese e' privo di un Governo perche' le forze politiche si stanno trastullando, anche a causa di una campagna elettorale che ha anticipato i temi della legislatura e ora siamo impantanati su questo. Devono darci un governo, a noi non interessa che tipo di governo fanno, ma devono farlo. I lavoratori e le imprese lanciano l'allarme che la vera ricchezza del paese e' la produzione, e per questa produzione, che significa occupazione e benessere, devono darci un governo, altrimenti i mercati bruciano tutti gli sforzi che facciamo. I salari sono bassi, e non puo' essere altrimenti vista la scarsa produttivita' di sistema, e il costo fiscale enorme, Noi chiediamo un governo, lo chiederemo con molta forze nelle prossime giornate''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari