lunedì 23 gennaio | 03:54
pubblicato il 02/dic/2013 16:24

Crisi: Boldrini a giovani imprenditori Marche, ''non arrendersi mai''

Crisi: Boldrini a giovani imprenditori Marche, ''non arrendersi mai''

(ASCA) - Ancona, 2 dic - ''Le Marche con la loro tradizione, la capacita' imprenditoriale e la forza di non arrendersi mai, possono trovare e rappresentare l'antidoto a questa crisi. Bene sta facendo la Regione a cercare soluzioni innovative per i giovani, ad investire su di loro''. Lo ha detto la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, intervenendo oggi ad Ancona, al Ridotto delle Muse, per l'iniziativa 'Giovani: idee di successo per vincere la crisi' organizzato dalla Regione Marche, assessorato al Lavoro.

Qui alcuni giovani imprenditori marchigiani - Cinzia Alfonsi, Leonardo Gabrielli, Matteo Bastiani ed Emanuele Tarsi - hanno portato la loro esperienza di creazione di impresa, attraverso alcune misure di incentivo come il Prestito d'onore regionale. Dopo aver espresso il cordoglio per le famiglie delle vittime dell'incidente di Prato, con sette morti e due feriti gravi, la presidente Boldrini ha sottolineato la necessita' di controlli maggiori, cosi' da ''far emergere tali fenomeni per tutelare la dignita' del lavoro ma anche le Aziende che questi diritti li garantiscono''. Il presidente della Camera ha sottolineato che ci vuole impegno, da parte di tutti; ''piu' le istituzioni saranno vicine ai giovani, piu' lavoreranno insieme a Universita' e imprese - un triangolo virtuoso e fondamentale per puntare su innovazione, ricerca e saper fare - e piu' si recuperera' la fiducia e il coraggio per andare avanti e superare - ha concluso - questa fase estremamente difficile che non ha risparmiato nemmeno la nostra regione.

Sono sicura che le Marche ce la possono fare e anche il nostro Paese, scuotendosi da uno stato d'animo perdente''.

Gian Mario Spacca, presidente della Regione, ha sottolineato come ''la disoccupazione giovanile rappresenti una delle maggiori criticita' che abbiamo di fronte - ha detto - un dramma che la Regione Marche sta affrontando con strumenti specifici. E' il caso del Prestito d'onore, che ha gia' impegnato piu' di mille ragazzi i quali grazie a questo strumento hanno dato vita a nuove imprese. Una misura che intendiamo riproporre, anche se di fronte a un fenomeno cosi' vasto sono necessarie ulteriori soluzioni che aiutino in particolare a risolvere il vincolo finanziario. Occorre cioe' lavorare su formule come merchant bank, prestiti partecipativi, utilizzo di risorse europee, per far si' che le idee dei ragazzi possano contare su supporti strutturali.

E' per questo - ha concluso - che il dibattito di questa mattina, anche con le Universita', e' particolarmente utile per cercare nuove strade su cui impegnare risorse ed energie imprenditoriali. La presenza della presidente Laura Boldrini ci consente di compiere una riflessione ancora piu' ampia e partecipata''. pg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4