giovedì 23 febbraio | 15:19
pubblicato il 13/set/2011 13:00

Crisi/ Berlusconi: Euro è nostra moneta, nostra bandiera

Europa deve parlare con una voce sola

Crisi/ Berlusconi: Euro è nostra moneta, nostra bandiera

Bruxelles, 13 set. (askanews) - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha perorato con forza, oggi a Bruxelles, la difesa dell'euro, come base per l'approfondimento dell'integrazione europea in tutti gli altri campi. "Sentiamo l'euro come la nostra moneta, come base di un'integrazione europea che va oltre l'integrazione economica. L'euro - ha detto Berlusconi durante una dichiarazione alla stampa alla fine del suo incontro con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy - è la nostra bandiera, per poter arrivare a una Europa che conti nel mondo, con una politica estera comune, una difesa comune e una governance comune dell'economia". "L'Italia - ha continuato Berlusconi - è a favore di una riforma che migliori la governance economica europea e in questo contesto - ha concluso - è assolutamente opportuno che l'Europa parli con una voce sola".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Grana Padano, nuovo marchio indica provenienza latte su confezioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech