lunedì 23 gennaio | 13:45
pubblicato il 07/ago/2012 05:10

Crisi/ Berlino vs Monti. Premier si difende:Parlamenti autonomi

Professore: Sollecitato Ue decidere. Politica divisa anche a Roma

Crisi/ Berlino vs Monti. Premier si difende:Parlamenti autonomi

Roma, 7 ago. (askanews) - L'intervista di Mario Monti al 'Der Spiegel' ha scatenato una reazione risentita che ha coinvolto praticamente tutti i livelli istituzionali tedeschi. E che palazzo Chigi ha tentato di arginare con una nota di precisazione a sera. Nel mirino dei politici di Berlino, di destra e di sinistra, è finita soprattutto quella frase del presidente del Consiglio relativa a presunti vincoli che i Parlamenti determinerebbero rispetto all'azione di governo. Una dura presa di posizione è arrivata dal ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, che ha messo Monti in guardia dal bypassare i Parlamenti. "Le verifiche parlamentari sulla politica europea - è stata la sua replica - sono sopra qualunque dibattito". Un attacco fortissimo è arrivato dal leader della Csu, Alexander Dobrindt, che è arrivato addirittura a parlare di attacco della democrazia. Ma perplessità sulle parole di Monti sono arrivate anche dai liberali dell'Fdp e dalla Cdu. Sulle frasi del premier, ma in particolare sui rischi per la moneta unica, si è espresso anche il portavoce della Cancelliera, Angela Merkel: il governo della Germania non condivide i timori di rischi di disgregazione dell'euro a causa della crisi sui debiti pubblici, ha affermato Georg Streiter. Mentre il portavoce della Commissione Ue, Olivier Bailly, ha sottolineato che in Europa si "rispettano pienamente le competenze dei parlamenti nazionali". A questo coro di critiche il presidente del Consiglio ha replicato attraverso una nota piuttosto meditata, visto che è arrivata in serata quando la polemica era ormai quasi fuori controllo. Monti - è stata la precisazione - non ha "mai auspicato una limitazione del controllo parlamentare sui governi che anzi" va "rafforzato", l'intenzione era piuttosto quella di sottolineare la necessità che, per andare avanti nell'integrazione europea, si mantenga "un costante dialogo fra governo e Parlamento".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4