martedì 06 dicembre | 19:20
pubblicato il 09/mag/2013 15:59

Crisi: Barroso, Italia recuperi competitivita'. Ne ha le capacita'

Crisi: Barroso, Italia recuperi competitivita'. Ne ha le capacita'

(ASCA) - Firenze, 9 mag - La priorita' per l'Italia e' riconquistare ''competitivita''' e Jose' Manuel Barroso e' convinto che il Paese ce la possa fare a raggiungere i suoi obiettivi. Lo ha detto lo stesso Barroso, nel corso dell'intervento tenuto al summit 'State of the Union' a Firenze.

Secondo il numero uno della Commissione Ue, ''una ampia agenda di riforme strutturali e' essenziale per invertire il profondo e lungo declino nella competitivita' italiana e per dare impulso alle sua performance nelle esportazioni. Quindi la questione fondamentale per l'Italia e' recuperare la sua competitivita', la sua capacita' di tornare a crescere e di creare lavoro'', cose che ''permetteranno anche di ridurre la pressione sulle finanze pubbliche''.

''Io - ha concluso - sono profondamente convinto che l'Italia ha la capacita' di raggiungere questi obiettivi''.

afe/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni